(1805-1875) non ebbe una vita facile. Un nonno ricoverato in manicomio, un padre sconosciuto e una madre che ha avuto una figlia da un altro uomo, irriso per il suo fisico disarmonico e il suo canto da voce bianca – diventerà uno dei più apprezzati scrittori del mondo, trasferendo nelle sue opere di fantasia buona parte delle proprie angosce esistenziali. In esse si legge ancora un senso di rivolta nei confronti dell’incomprensione altrui e l’opposizione alle cecità del mondo politico.

Visualizzazione del risultato singolo