John Galsworthy (1867-1933) è stato uno scrittore e drammaturgo inglese. Nel 1932, poco prima di morire,  fu insignito del Premio Nobel per la Letteratura per The Forsyte Saga. Sia la saga che la maggior parte dei suoi lavori ritraggono l’alta borghesia inglese, di cui Galsworthy evidenzia con durezza l’avidità mercantile, l’elitarismo, l’attitudine mercificatoria e il codice morale soffocante.
È uno dei primi scrittori dell’età edoardiana a mettere in discussione questo ideale di società, tipico protagonista positivo del romanzo vittoriano.
In Italia venne tradotto e molto apprezzato da Elio Vittorini.

Visualizzazione del risultato singolo