(1837-1920). Nato nell’Ohio, lavora come giornalista fin da giovanissimo. In cerca di fortuna si trasferisce a Boston, dove conosce Emerson, Lowell, Hawthorne. A Boston dirige l’Atlantic Monthly, influendo profondamente sulla cultura americana della seconda metà dell’Ottocento. Come giornalista, si batté a favore del realismo come espressione di democrazia. Il suo trasferimento a New York fu visto anche come passaggio di consegne da una capitale culturale all’altra. Fra i suoi libri L’ascesa di Sylas Lapham, considerato un vero e proprio classico del realismo americano.

Showing all 2 results