Nuvole e Libri

Ecco fatto. Un'altra edizione di Più Libri Più Liberi si è chiusa. Contenti torniamo casa, pieni di idee e di stimoli: l'incontro coi nostri lettori è sempre importante e questi giorni a Roma sono stati densi di parole, sguardi, consigli, strette di mano: insomma siamo soddisfatti. Un grazie a tutti ...
Leggi Tutto

Mark Twain, Mark Twain, Mark Twain.

Il soldato ferito. Nel corso di una certa battaglia, un soldato a cui un colpo di cannone aveva asportato una gamba, implorò un altro soldato che correva accanto a lui di portarlo nelle retrovie, informandolo della perdita che aveva subìto; al che il generoso figlio di Marte, caricandosi sulle spalle ...
Leggi Tutto

Jack Engle e le Foglie d’erba: un Whitman sconosciuto e misterioso

La scoperta di questo romanzo perduto è in sé una storia bellissima: nel 2016 da Zachary Turpin, studioso dell’University of Houston che lavorava su enormi database che comprendono milioni di pagine di giornali del sec. XIX, inserisce alcuni nomi e frasi tratti da note frammentarie su un possibile romanzo relativo ...
Leggi Tutto

Il lusso del racconto secondo Irwin Shaw

Shaw - famoso per i suoi grandi romanzi - ha scritto alcuni dei racconti più belli della narrativa americana. La raccolta 'L'amore in una strada buia' che sarà in libreria nelle prossime settimane è un piccolo gioiello. Ed ecco cosa scrive lo stesso Shaw nella prefazione al volume a proposito ...
Leggi Tutto

40 gradi all’ombra? Sconto del 20% su tutti i Classici

Basta un click per ricevere - con il 20% di sconto e senza nessuna spesa di spedizione - uno dei nostri Classici direttamente sotto il vostro ombrellone. Jack London per fare la Rivoluzione inieme a lui? Forse A.B. Guhrie per i suoi cieli sconfinati? Rebecca West? Theodore Dreiser? Oppure Mark ...
Leggi Tutto

Il Laureato: prefazione di Paolo Cioni

Nel 1963, quando The Graduate esce in America, Webb ha solo ventidue anni. Ispirato forse a una reale relazione con una donna matura conosciuta a Pasadena, affascinante e sposata, il romanzo crea un piccolo scandalo ma ha un moderato riscontro di vendite. È infatti con l’uscita del film omonimo, diretto ...
Leggi Tutto

Charles Webb / Il Laureato

| Benjamin Braddock si laureò in un piccolo college dell’Est in un giorno di giugno. Prese un aereo e tornò a casa. La sera dopo i suoi genitori diedero una festa in suo onore. Alle otto quasi tutti gli ospiti erano arrivati ma Benjamin era rimasto in camera sua. Suo ...
Leggi Tutto

Theodore Dreiser / Il Titano

| Quando Frank Algernon Cowperwood uscì dal Penitenziario Distrettuale di Philadelphia si rese conto che era per sempre finita la vita di un tempo che aveva trascorso in quella città, sin dalla fanciullezza. La gioventù ormai era finita, portandosi via tutte le prospettive di una grande posizione nel mondo degli ...
Leggi Tutto

Elliott Chaze: Il mio angelo ha le ali nere

| Erano ben quattro mesi che mi ammazzavo di lavoro su una trivellatrice presso il fiume Atchafalaya, infilando lunghe sonde argentate nel terreno, trascinando i sacchi con il fango della perforazione dalla chiatta fino a riva, spezzandomi la schiena e logorandomi le budella, ma tenendo la mente libera dai pensieri ...
Leggi Tutto

Jerome K. Jerome / Cura e manutenzione della donna

Sulla cura e la manutenzione della donna Una volta mi capitò di confrontarmi con un’amica sul tema della luna di miele. Le chiesi, “Consiglieresti una lunga luna di miele o piuttosto un weekend lungo da qualche parte?” Seguì un gelido silenzio. Penso stesse guardando al passato più che al futuro ...
Leggi Tutto

Francis Scott Fitzgerald / Trimalchio

Quando ero più giovane, e più vulnerabile, mio padre mi diede un consiglio a cui da allora non ho mai più smesso di pensare.
“Ogni volta che ti viene voglia di criticare qualcuno,” mi disse, “ricordati che non tutti in questo mondo hanno avuto le opportunità che hai avuto tu.”
Non aggiunse altro, ma il nostro era sempre stato uno strano modo di comunicare, in un certo senso riservato, e capii che egli intendeva dirmi molto di più di quello che mi stava effettivamente dicendo. Per questo oggi tendo a sospendere ogni giudizio – abitudine che mi ha permesso di conoscere molti strani personaggi, oltre che rendermi vittima di non pochi scocciatori inveterati. Una mente anormale fa in fretta a riconoscere una simile qualità e ad attaccarvisi, se ha modo di riscontrarla in una persona normale, e così avvenne che al college fui ingiustamente accusato di essere un politicante, perché ero a conoscenza delle pene segrete di uomini sconosciuti e rozzi. La maggior parte di quelle confidenze non erano cercate – spesso fingevo di avere sonno o di essere preoccupato, oppure mostravo un’indifferenza ostile quando capivo, da qualche segnale inequivocabile, che all’orizzonte si stava profilando una confidenza piuttosto intima. Perché nei giovani le rivelazioni di quel tipo, o perlomeno i termini in cui vengono espresse, sono di solito false e viziate da palesi omissioni. Esimersi dall’esprimere un giudizio alimenta una speranza infinita. Ancora adesso ho un po’ paura di perdere qualcosa se dimentico che, come snobisticamente suggeriva mio padre e io snobisticamente vado ripetendo, il senso delle dignità fondamentali non è equamente distribuito alla nascita.

Da ‘Trimalchio’

 

Condividi questo articolo su Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn


×
Privacy & Cookie Policy
Questo sito usa i cookie. Le informazioni sulla tua navigazione non sono condivise con terze parti. Navigando nel sito accetti la politica dei cookie. Privacy Policy