Joshua Slocum

Il giro del mondo di un navigatore solitario

13.90

Mosso da un autentico spirito di avventura che fa di lui uno degli ultimi eroi della navigazione, nel 1895 il comandante Joshua Slocum decide di salpare dalle coste della Nuova Scozia per sfidare la forza degli oceani e circumnavigare il globo. Si trova così a replicare in solitaria le epiche gesta di Magellano, Cook, Vasco De Gama.

Dopo aver toccato Gibilterra, Sant’Elena, Timor, l’Australia, la Nuova Guinea, gran parte degli atolli corallini e delle isole del Pacifico, doppia ripetutamente il Capo di Buona Speranza e Capo Horn, due banchi di prova tuttora temutissimi. I grandi spazi, la solitudine che si stempera nell’occasionale compagnia di un banco di delfini o di un gabbiano, la furia degli elementi, la bellezza mozzafiato dei paesaggi, e soprattutto l’amore per la navigazione e la sfida ai propri limiti rivivono tra le pagine di questo diario di bordo. Il comandante Joshua Slocum ha rischiato più volte la sepoltura in mare, ma soprattutto ha vissuto intensamente ogni istante dei suoi viaggi.

<< Avevo deciso d’intraprendere un viaggio intorno al mondo e, visto che la mattina del 24 aprile 1895 il vento era favorevole, a mezzogiorno levai l’àncora, spiegai la vela e mi allontanai rapidamente da Boston, dove la Spray era rimasta comodamente ormeggiata per tutto l’inverno. Udii le sirene di mezzogiorno proprio mentre lo sloop s’allontanava a gonfie vele. (…) Il cuore mi batteva forte per l’emozione. >>

A CURA DI: Livio Crescenzi

PAGINE: 276

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-507-5 Collana:

Joshua Slocum nacque il 20 febbraio del 1844 ad Annapolis County, Nuova Scozia, scappò di casa per imbarcarsi a soli 14 anni ma subito vi fece ritorno. Partì definitivamente a 16 anni, nel 1860, quando sua madre morì, navigando in America ed Europa. Ottenne il suo primo comando in California nel 1869, e navigò per 13 anni sulle rotte fra San Francisco e la Cina, l’Australia, le isole delle spezie e il Giappone. Sposò una ragazza americana, Virginia Albertina Walker, il 31 gennaio nel 1871, a Sydney, in Australia. Comprò invece la sua prima casa sulla terraferma nel 1902, sull’isola Martha's Vineyard, nel Massachusetts. Nel 1895 decise di salpare dalle coste della Nuova Scozia per sfidare la forza degli oceani e circumnavigare il globo. Si trovò così a replicare in solitaria le epiche gesta di Magellano, Cook, Vasco De Gama. Continuò a viaggiare nel 1905 e 1906, trascorrendo ogni inverno ai tropici e tornando nel New England in estate. Il 14 novembre del 1909, a 65 anni, salpò in solitaria per un ennesimo viaggio nell’America del Sud, ma da allora non si ebbero più sue notizie.