Charles Dickens

Amori londinesi

16.90

Il matrimonio della Regina Vittoria offre allo scrittore l’occasione propizia per profondersi in consigli, raccomandazioni e racconti rivolti ai giovani che volendo imitare la sovrana intendevano cimentarsi nella complicata e irrinunciabile ars amandi. I materiali qui raccolti – inediti in Italia – fanno parte di Sketches by Boz, Illustrative of Every-day Life and Every-day People e costituiscono la parte conclusiva della trilogia.
Il testo possiede già in nuce tutta l’energia di Dickens e della sua opera: tutto il modello cosmologico dickensiano, ancora compresso prima del big bang, prima cioè dell’esplosione e dello sviluppo dell’universo che Dickens espanderà poi con i suoi grandi romanzi.
 

| Di nuovo la signora Leaver ha urlato penosamente più volte: “È forse morto? Non nascondetemi nulla… È morto?”
Ora, sarebbe bastato appena un istante di riflessione per poter convincere l’amorevole moglie che, a meno che il marito non fosse dotato di alcuni poteri sorprendentemente straordinari per quanto concerne le capacità muscolari, non poteva essere morto dal momento che scalciava con tanta energia. | C.D.

 

TRADUZIONE: Boz

PAGINE: 240

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-6o4-1 Collana:

Nacque a Portsmouth nel 1812 ma si trasferì ben presto a Londra dove visse fino alla sua morte, nel 1870. Autore di bestseller come Oliver Twist, David Copperfield o il Canto di Natale, Dickens fu anche filantropo, editore di due periodici, giornalista e opinion maker. La prosa di Dickens ci sorprende oggi per la sua straordinaria modernità e per la capacità di evocare scene e personaggi che pochi altri contemporanei hanno descritto.