Jerome Klapka Jerome

Appunti per un romanzo

17.90

Uscito nel 1893, questo romanzo racchiude i consueti elementi dell’opera di Jerome e ne aggiunge di nuovi. Dalle annotazioni per un romanzo mai scritto ritrovate dal narratore, prende il via un racconto nostalgico e divertito che rimanda a un gruppo di giovani amici di belle speranze. Per mesi, i quattro, decisi a scrivere un romanzo a più mani, si riuniscono per vagliare idee, accordarsi su una trama, definire i personaggi. Si inseriscono così nel testo infiniti racconti, divagazioni, idee e personaggi, su cui si posa lo sguardo di Jerome, sempre pronto e attentissimo, sospeso a metà fra l’ingenuo stupore di un bambino e la cinica beffa di un uomo disincantato. Del resto, come lui stesso scrive nel prologo al testo, “quello che uno scrittore scrive, sono i pensieri che a lui piace far credere di aver pensato.”

| Frugando in un cassetto, avevo tirato fuori, per caso, un grosso manoscritto polveroso. Sulla logora copertina grigia campeggiava il titolo: Appunti per un romanzo. Non appena aprii lo scritto sul tavolino, la mia memoria ritornò alle sere d’estate e a quattro amici, che non si sarebbero mai più ritrovati, riuniti per versare inchiostro su quei fogli bianchi. | J.K.J.

TRADUZIONE: Manuela Luisa Iannotta
PAGINE: 204

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-303-3 Collana:

(1859-1927) è considerato uno dei maggiori umoristi inglesi. "Pensieri oziosi di una persona oziosa" è il suo primo vero romanzo di successo, immediatamente replicato dal celebre "Tre uomini in barca" (1889), che vende milioni di copie in tutto il mondo. Direttore di The Idler, mensile alla cui realizzazione contribuirono personaggi del calibro di Mark Twain e Conan Doyle, Jerome ha scritto numerosi romanzi e racconti, saggi e drammi per il teatro.