H. P. Lovecraft

Biografia di uno scrittore da quattro soldi

8.90

Appassionato per tutta la vita di metafisica, etica, estetica e altre branche della filosofia, Lovecraft presto si dichiarò materialista e ateo e virò verso un socialismo moderno. Oltre a due saggi autobiografici, trovano posto in questa raccolta i due saggi Alcune annotazioni su una non-entità e Appunti sullo scrivere letteratura di genere, e infine i preziosi Taccuini che Lovecraft tenne fra il 1919 e il 1935: “idee, immagini e citazioni annotate frettolosamente per un possibile uso futuro in narrativa. Semplici spunti o impressioni occasionali, destinati a stimolare la memoria o l’immaginazione.”
Un Lovecraft che critica la commercializzazione della letteratura e si lascia anche andare a riflessioni che svelano una profonda cultura e la sua statura di classico.
 
| Scrivo storie per la soddisfazione di visualizzare con nitidezza, precisione e stabilità le impressioni vaghe ed elusive di meraviglia, bellezza e promessa di avventura: per raggiungere l’illusione di una strana sospensione o violazione degli irritanti limiti di tempo, di spazio e delle leggi naturali. | H.P.L.
 
TRADUZIONE:  Fabrizio Concari

PAGINE: 84

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-344-6 Collana:

(1890-1937) ottenne tardivamente il riconoscimento universale come uno degli autori più importanti del ventesimo secolo per quanto riguarda la narrativa soprannaturale. Poeta, saggista, filosofo e uomo di lettere, il lavoro di Lovecraft è stato tradotto in più di una dozzina di lingue e ha ispirato - con la sua idea di un mondo sottile - l’opera di autori come Robert Bloch, Fritz Leiber, Neil Gaiman e Stephen King.