PROGETTI SPECIALI

logo
PROCESSO EICHMANN

Il progetto integrale degli atti processuali del processo Eichmann
ha preso vita attraverso 4 volumi di carattere antologico,
pubblicati dal 2014 al 2016

logo
MARK TWAIN OPERA OMNIA

Nel 2014 – dopo una serie di titoli sparsi pubblicati negli anni –
prende il via il progetto ambizioso e visionario di tradurre tutta l’opera di Mark Twain.
Il progetto non segue un ordine cronologico ed è curato da Livio Crescenz

logo
CENTOTRENTACINQUE
Collana diretta da Filippo Tuena

La collana centotrentacinque esce in occasione del cxxxv anniversario
della fondazione della casa editrice, con una tiratura di 135 copie
numerate con numeri arabi, più 15 con numeri romani e fuori commercio.
La collana è disponibile al pubblico sul sito della casa editrice.

Paolo Crippa

Carristi italiani in Spagna. 1936-1939 – Italian tankers in Spain. 1936-1939

14.00 

La Guerra Civile spagnola fu il primo conflitto che vide l’uso intensivo dei carri armati, giungendo in un momento cruciale per lo sviluppo dei mezzi corazzati in Europa, e la Spagna fu quindi vista come un laboratorio per testare i propri blindati e le dottrine tattiche della specialità Carrista non solo dall’Italia, ma anche dalla Germania e dall’Unione Sovietica.

Anche se negli anni ’30 lo sviluppo dei carri armati stava subendo una forte accelerazione in chiave moderna, la specialità Carrista era praticamente ancora agli albori ed il Regio Esercito in modo particolare non aveva ancora maturato una consistenza esperienza in fatto di guerra corazzata, né, tantomeno, in fatto di costruzione di mezzi blindati. La guerra in Spagna costituì una prova fondamentale per l’impiego dei reparti carristi in un contesto di guerra moderna e certificarono l’assoluta inadeguatezza del concetto di “carro d’assalto” e la necessità di disporre dei cosiddetti “carri di rottura” dotati, cioè, di armamento pesante. L’esperienza della Guerra Civile spagnola fu dunque un segnale d’allarme forte per la specialità Carrista, sia per l’evidente ritardo nello sviluppo di mezzi corazzati italiani “moderni”, sia per la scarsa capacità dimostrata nell’impiego delle unità corazzate da parte dei Comandi Superiori.

Numerose le foto a corredo dell’opera, oltre a quindici profili a colori appositamente realizzati da Ruggero Calò.

 

<< I Carristi italiani si trovarono per la prima volta contrapposti a mezzi ben più potenti dei loro ed iniziarono a comprendere l’inadeguatezza del proprio armamento e la necessità di disporre di artiglierie a bordo dei propri carri. >>

 

PAGINE: 120

ISBN: 978-88-8547-213-6 Collana:

Non ci sono altre informazioni su questo autore

Mattioli 1885
×
Show

Iscriviti alla newsletter