James Still

Chinaberry

16.00

Anson Winters, triste, tormentato, ma sicuro di sé; la sua premurosa e tenera moglie, Lurie; Ernest Roughton, a cui è affidato il narratore, onesto e solido; i Cretini, due amici inseparabili che non amano altro che una buona burla (parenti letterari di Harl e Tibb Logan, i cugini burloni di Fiume di Terra).
Ma Chinaberry non è solo l’infanzia del narratore, è la sua memoria, il dolore e la gioia, perché ciascuno di noi ha il suo Chinaberry. Un albero duro e resistente, un estraneo in una terra straniera, portato negli Stati Uniti dall’Asia, proprio come il ragazzo viene portato dall’Alabama al Texas.
Chinaberry è un’ode alla voluttà della narrazione: nelle sue pagine incontriamo una miriade di personaggi, anche morti e scomparsi e di cui solo si parla. E tutti questi fili narrativi vengono intrecciati attraverso le storie raccontate dai personaggi della fattoria, sia che si tratti dei sommessi ricordi di Lurie mentre mangia con il narratore sotto gli alberi di Chinaberry o delle storie che Anson narra in modo chiassoso sul dondolo durante una calda notte estiva.

 

| Ernest, Cadillac e Rance non erano mai stati da nessuna parte.
E anch’io praticamente non avevo mai messo il naso fuori dalla contea di Chambers, in Alabama. Ed eccoci lì, all’avventura in quel mondo fatto per metà di cielo. | J. S.

 

PAGINE: 184

Condividi questo libro con gli amici

Email
Sfoglia la lista dei desideri
ISBN: 978-88-6261-685-0 Collana:

James Still (1906-2001)  poeta e romanziere americano, ha vissuto per la maggior parte della propria vita in una capanna di tronchi a Little Carr Creek, nella contea di Knott, nel Kentucky. Qui, ha iniziato a scrivere il suo capolavoro, River of Earth, pubblicato il 5 febbraio 1940. Il romanzo ha ricevuto il Southern Author’s Award poco dopo la pubblicazione, premio che ha condiviso con Thomas Wolfe per il lavoro di You Cannot Go Home Again. Negli anni pubblicò alcune raccolte di poesie e racconti, un romanzo giovanile e una raccolta di bozzetti dedicati ai colori locali degli Appalachi. Il libro per bambini Jack and the Wonderbeans è stato adattato per la scena nel 1992. Still stesso ha partecipato a una performance, leggendo una parte del libro per aprire lo spettacolo. È morto il 28 aprile 2001 all’età di 94 anni.