James Joyce

Gente di Dublino

12.90

Pubblicato originariamente con lo pseudonimo di Stephen Daedalus nel 1914, dopo essere stato rifiutato da molte case editrici, Gente di Dublino raccoglie quindici racconti scritti fra il 1904 e il 1907. Ormai un classico senza tempo, il testo si muove attraverso molteplici e sfaccettati punti di vista. Un piccolo universo di storie di vita quotidiana che focalizza l’attenzione su temi molto cari a Joyce e comuni a tutti i racconti. In qualche modo schiavi della loro cultura, della loro vita familiare e soprattutto della loro vita religiosa, i personaggi di Dubliners tentano una fuga, ma la fuga è destinata a fallire.
 
| Spesso andava a trovarla nel suo cottage fuori Dublino. Lei lasciava che l’oscurità li avvolgesse, evitando di accendere la lampada. Li univa il salottino in penombra e discreto, il loro isolamento e la musica che ancora vibrava nelle loro orecchie. | j. j.
 
TRADUZIONE: Francesco Franconeri

PAGINE: 264

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-295-1 Collana:

James Joyce (Dublino, 1882 - Zurigo, 1941) è stato uno scrittore, poeta e drammaturgo irlandese. Benché la sua produzione letteraria non sia molto vasta è stato di fondamentale importanza per lo sviluppo della letteratura del ventesimo secolo, in particolare della corrente modernista. Il suo romanzo più noto, Ulisse, rappresentò una vera e propria rivoluzione rispetto alla letteratura dell'Ottocento, poi estremizzata nel successivo e controverso Finnegans Wake.