Mario Bussoni

Hitler vivo o morto

18.00

Era il dicembre 1977 quando, dopo un lungo lavoro di ricerca, l’Autore pubblicava sul mensile Historia una corposa inchiesta sulle circostanze della morte di Hitler con l’obbiettivo di contestare la tesi consolidata del suicidio del Fuhrer mediante lo sparo in bocca e di dimostrare l’impossibilità fisico-psichica di quest’ultimo a togliersi la vita e, di conseguenza, l’inevitabile intervento della moglie Eva Braun. Questo nuovo volume, nasce da ulteriori decenni di ricerche e raccolta di informazioni sulla sorte del dittatore tedesco e del suo cadavere: un mistero reso più fitto dall‘inganno colossale, perpetrato per ordine del Cremlino ai danni dell’Occidente, che va sotto il nome di “Operazione Mito”.
Il resoconto serrato dei fatti va dagli ultimi drammatici giorni vissuti nel Bunker della Cancelleria fi no all’ultima battaglia per la difesa di Berlino ed alla finis Germaniae e si affianca all’analisi di progetti irreali come l’Alpenfestung e di ipotesi come quella che persino i resti mortali di Hitler, presentati dai russi, siano semplicemente  dei falsi. Fino ad arrivare alla “pista argentina”, per verificare quanto di vero ci sia nell’ipotesi di una fuga in Sudamerica del dittatore tedesco, sopravvissuto al rogo di una Berlino devastata.
Un libro di storia che si legge come un giallo e che rappresenta il tentativo di mettere la parola fi ne ad un dramma aggrovigliato, ma nonostante tutto appassionante.

PAGINE: 264

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-528-0 Collana:

Mario Bussoni. Giornalista e viaggiatore, è direttore della collana Archivi Storici di Mattioli 1885. Specializzato in storia e viaggi, ha pubblicato reportage su mensili, settimanali e quotidiani. È coautore dell’enciclopedia a fascicoli XX Secolo (DeAgostini) e di numerose guide turistiche.