Francis Scott Fitzgerald

Il decennio perduto

12.90

Alla fine del 1930 la vita di Fitzgerald entrò in un vicolo cieco. È in questi anni che si trasferisce a Holliwood in cerca di fortuna, ma fallisce come sceneggiatore ed è sempre più vittima dell'alcolismo. L'alcool e il bisogno di soldi aleggiano qui come veri e propri fantasmi, ravvivati dalla fiamma di un'ispirazione quasi folgorante, disperata e finale. Sono racconti nuovi, più tesi, più vissuti, che si allontanano dalla brillantezza degli esordi per parlare della tragedia, della sconfitta, del buio e della fine che ci sono oltre al margine sul quale si era spinto l'autore.
In questo volume sono riuniti Pazza domenica, Finanziando Finnegam, Un caso di alcolismo, e su tutti il racconto Il decennio perduto, scritto nell'estate del 1939, pochi mesi prima della morte.
 
| Il giorno prima era se stesso, una punta di fuoco in lotta contro un'industria. Adesso si sentiva affossato da un enorme svantaggio. | F.S.F.
 
TRADUZIONE: Nicola Manuppelli

PAGINE: 96

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-231-9 Collana:
Additional Information

Nato a Saint Paul nel 1896 e morto a Hollywood nel 1940, fu il massimo esponente di quella che venne definita 'L'età del jazz'. In poco più di vent'anni di carriera scrisse un centinaio di racconti e romanzi, come Il grande Gatsby, capaci di fotografare in pieno il periodo inquieto che sta a cavallo fra i due conflitti mondiali. È oggi riconosciuto fra i classici della letteratura mondiale.