PROGETTI SPECIALI

logo
PROCESSO EICHMANN

Il progetto integrale degli atti processuali del processo Eichmann
ha preso vita attraverso 4 volumi di carattere antologico,
pubblicati dal 2014 al 2016

logo
MARK TWAIN OPERA OMNIA

Nel 2014 – dopo una serie di titoli sparsi pubblicati negli anni –
prende il via il progetto ambizioso e visionario di tradurre tutta l’opera di Mark Twain.
Il progetto non segue un ordine cronologico ed è curato da Livio Crescenz

logo
CENTOTRENTACINQUE
Collana diretta da Filippo Tuena

La collana centotrentacinque esce in occasione del cxxxv anniversario
della fondazione della casa editrice, con una tiratura di 135 copie
numerate con numeri arabi, più 15 con numeri romani e fuori commercio.
La collana è disponibile al pubblico sul sito della casa editrice.

Il lungo presente – Tempo e responsabilità

16.00 

The Long Now Foundation è stata fondata nel 1996 con lo scopo di
promuovere la responsabilità a lungo termine. I fondatori sono Daniel
Hillis (co-presidente), Stewart Brand (co-presidente), Kevin Kelly,
Douglas Carlston, Peter Schwartz, Brian Eno, Paul Saffo, Mitchell Kapor
ed Esther Dyson. Hillis ha ideato la Thinking Machines Inc. ed il suo
supercomputer, la Connection Machine, ed è ora un “Fellow” alla Disney.
Brand è la persona che ha creato il Whole Earth Catalog ed ha co-fondato
la Global Business Network. Kelly è l'editore esecutivo di Wired e
l'autore di Out of Control. Carlston ha co-fondato la Broderbund
Software. Schwartz è il presidente della Global Business Network ed
autore di Art of the Long View. Eno è un musicista, produttore musicale
ed artista. Saffo è portavoce dell'Istituto per il Futuro. Kapor ha
fondato la Lotus ed ha co-fondato la Electronic Frontier Foundation.
Dyson ha realizzato e dirige Release 1.0, la principale rivista
dell'industria informatica.

Le nostre decisioni prese sempre più in fretta e le azioni conseguenti non corrispondono a una coscienza di lungo periodo, né al peso delle responsabilità che già portiamo sulle nostre spalle.

Credo che serva una specie di correttivo per compensare questa impazienza – un meccanismo o un mito che incoraggi la lungimiranza e la responsabilità a lungo termine, dove il “lungo termine” si misura almeno con i secoli. Ciò che proponiamo è sia un oggetto meccanico che un 'mito'.

“Questo è il nostro Long Now. Diecimila anni non sono poi un'enormità di tempo. Steward Brand”

PREFAZIONE
Brian Eno

TRADUZIONE
Davide Bocelli

L'AUTORE
Stewart Brand è un inventore, un designer e uno scrittore. Come autore ha pubblicato, tra l'altro, How Buildings Learn, The Media Lab e The Whole Earth Catalog. Nel suo Two Cybernetic Frontiers del 01974 scrisse di Gregory Bateson e dell'informatica di allora. Per la prima volta si usò il termine “personal computer” e si parlò di “computer hackers” in un libro. È membro fondatore della Long Now Foundation di San Francisco, CA, USA, e co-fondatore della Global Business Networks. Entrambe le organizzazioni hanno come scopo la promozione dell'”arte della lungimiranza”.

ISBN: 978-88-6261-033-9 Collane: ,
Rassegna Stampa

The Long Now Foundation è stata fondata nel 1996 con lo scopo di promuovere la responsabilità a lungo termine. I fondatori sono Daniel Hillis (co-presidente), Stewart Brand (co-presidente), Kevin Kelly, Douglas Carlston, Peter Schwartz, Brian Eno, Paul Saffo, Mitchell Kapor ed Esther Dyson. Hillis ha ideato la Thinking Machines Inc. ed il suo supercomputer, la Connection Machine, ed è ora un “Fellow” alla Disney.
Brand è la persona che ha creato il Whole Earth Catalog ed ha co-fondato la Global Business Network. Kelly è l’editore esecutivo di Wired e l’autore di Out of Control. Carlston ha co-fondato la Broderbund Software. Schwartz è il presidente della Global Business Network ed autore di Art of the Long View. Eno è un musicista, produttore musicale ed artista. Saffo è portavoce dell’Istituto per il Futuro. Kapor ha fondato la Lotus ed ha co-fondato la Electronic Frontier Foundation.
Dyson ha realizzato e dirige Release 1.0, la principale rivista dell’industria informatica.

Le nostre decisioni prese sempre più in fretta e le azioni conseguenti non corrispondono a una coscienza di lungo periodo, né al peso delle responsabilità che già portiamo sulle nostre spalle.

Credo che serva una specie di correttivo per compensare questa impazienza – un meccanismo o un mito che incoraggi la lungimiranza e la responsabilità a lungo termine, dove il “lungo termine” si misura almeno con i secoli. Ciò che proponiamo è sia un oggetto meccanico che un ‘mito’.

“Questo è il nostro Long Now. Diecimila anni non sono poi un’enormità di tempo. Steward Brand”

PREFAZIONE
Brian Eno

TRADUZIONE
Davide Bocelli

L’AUTORE
Stewart Brand è un inventore, un designer e uno scrittore. Come autore ha pubblicato, tra l’altro, How Buildings Learn, The Media Lab e The Whole Earth Catalog. Nel suo Two Cybernetic Frontiers del 01974 scrisse di Gregory Bateson e dell’informatica di allora. Per la prima volta si usò il termine “personal computer” e si parlò di “computer hackers” in un libro. È membro fondatore della Long Now Foundation di San Francisco, CA, USA, e co-fondatore della Global Business Networks. Entrambe le organizzazioni hanno come scopo la promozione dell'”arte della lungimiranza”.

Nessun autore assegnato a questo libro
Mattioli 1885
×
Show

Iscriviti alla newsletter