Charles Dickens

La signora Lirriper

10.00

Per sbarcare il lunario dopo la scomparsa del marito, una donna decide di aprire una pensione e presto viene travolta dagli intrighi e dalle disavventure di ospiti inattesi. Una lunga odissea che la signora Lirriper racconta oralmente a una non meglio identificata “mia cara”, in un flusso narrativo popolato di personaggi, morti, segreti ed eredità misteriose.
Il bizzarro, lungo e a suo modo scatenato monologo della signora Lirriper rivela il personaggio femminile più incredibile, affascinante e moderno mai creato da Dickens con una narrazione sorprendente che anticipa di sessant’anni lo stile di Joyce.

 

| Prima di occuparci della mia eredità avremmo trascorso un giorno a Parigi, e ti lascio immaginare, mia cara, che giornata fu quella con Jemmy e il maggiore e il telescopio e me e il giovanotto (un tipo ben educato), che ci accompagnò per mostrarci i panorami migliori. | c.d.

 

A CURA DI: Laura Bartoli e Livio Crescenzi

PAGINE: 132

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-672-0 Collana:

Nacque a Portsmouth nel 1812 ma si trasferì ben presto a Londra dove visse fino alla sua morte, nel 1870. Autore di bestseller come Oliver Twist, David Copperfield o il Canto di Natale, Dickens fu anche filantropo, editore di due periodici, giornalista e opinion maker. La prosa di Dickens ci sorprende oggi per la sua straordinaria modernità e per la capacità di evocare scene e personaggi che pochi altri contemporanei hanno descritto.