Mark Twain

Lo straniero misterioso

14.90

Un breve romanzo favolistico e allegorico, privo di ogni traccia di vernacolo e di gergo, forte di una visione quasi dostoevskiana dell’universo quale gioco spietato. …Uno dei protagonisti è un angelo il cui nome è Satana, è una forza crudele che irride gli uomini e le loro miserie, senza però che da parte di Mark Twain vi sia alcuna implicazione metafisica. L’opera è l’espressione del materialismo sempre più convinto del grande scrittore americano, negli ultimi anni della sua esistenza. La cupa Austria in cui si svolge il romanzo nel 1590, è una disillusa proiezione del mondo contemporaneo, la cui fiducia, il cui ottimismo razionale lo scrittore mette radicalmente in discussione.
 
|  Alla fine mi feci coraggio e gli chiesi di rivelarci chi fosse, in realtà.
Quando gli sentimmo dire che era un angelo, fummo presi da una sorta di soggezione, anzi di timore reverenziale, e di nuovo provammo paura; ma lui ci disse che non dovevamo preoccuparci, che non avevamo alcun motivo d’aver paura di un angelo, e che comunque noi gli piacevamo. | M.T.
 
TRADUZIONE: Livio Crescenzi

PAGINE: 144

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-598-3 Collana:

Mark Twain è lo pseudonimo di Samuel Langhorne Clemens (1835-1910). Umorista, scrittore e conferenziere, Twain è considerato uno dei padri della narrativa americana. Tra i suoi numerosi capolavori, si ricordano Le avventure di Tom Sawyer (1876), Le avventure di Huckleberry Finn (1885), Un americano alla Corte di Re Artù (1889).