Lee Maynard

Lontano da Crum

15.00

A Crum, una rozza città sul confine fra West Virginia e Kentucky, i passatempi preferiti dei ragazzi sono fare a botte, nuotare in un fiume melmoso e inquinato, andare a caccia e talvolta rimorchiare una ragazza. Gli adulti sono quasi invisibili, ingoiati dalle miniere di carbone dei monti circostanti. La civiltà è lontana, la vita soffocante. È qui che comincia la storia di Jesse Stone, che non sa dove vuole andare, ma sa che comunque vuole andarsene da quel posto e da quella gente, per cercare qualcosa di più grande.
Scioccante, scandaloso, e in ultima analisi lirico – il racconto della ribellione di un ragazzo contro le proprie radici.

 

| La vita a Crum era uno spasso, un folle vortice di ignoranza abietta, emozioni che traboccano di emozioni, sesso che trabocca di amore, e talvolta un po’ di sangue a ricoprire il tutto. Erano gli anni della guerra di Corea, ma era qualcosa che sembrava far parte di un altro mondo – in fondo che cazzo di paura potevano fare tutti quei musi gialli? | L.M.

 

TRADUZIONE DI: Nicola Manuppelli

PREFAZIONE DI: Gian Paolo Serino

PAGINE: 204

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-4 Collana:

Lee Maynard (1936–2017) è stato uno scrittore statunitense nato nella cittadina di Crum, West Virginia, luogo da cui prende il nome e in cui è ambientata l’omonima trilogia. L’autore è considerato il bad boy del West Virginia. I suoi libri, da Lontano da Crum al recentissimo Cinco Becknell, hanno sempre suscitato scandalo, per il linguaggio scurrile e le scene di sesso esplicito, al punto che certe librerie negli Stati Uniti si sono rifiutate di distribuirli.