Paul Gauguin

Noa Noa: profumo

10.00

Nel 1893, di ritorno dal primo viaggio in Polinesia, Gauguin affida le sue impressioni alle pagine di un diario che intitola semplicemente Noa Noa. Tralasciando gli aspetti più problematici della sua permanenza sull'isola di Tahiti, Gauguin racconta la gente, le tradizioni, le meraviglie naturali. Nelle pagine rivivono così profumi, ritmi e silenzi, e quei colori brillanti già catturati nelle tele, quasi a spiegare in parole un'arte che è soprattutto ricerca di una bellezza autentica, incontaminata.
 
| Imparavo a conoscere il silenzio di una notte tahitiana. Nel silenzio non sentivo che i battiti del mio cuore. Ma i raggi della luna, attraverso i bambù ben allineati della mia capanna, venivano a giocare sul mio letto. E queste luci regolari mi facevano pensare a uno strumento musicale… | P.G.
 
TRADUZIONE: Franca Brea

PAGINE: 104

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-044-5 Collana:

Non ci sono altre informazioni su questo autore