Theodore Dreiser

Piangeremo per questi sogni?

10.90

Questo testo – pubblicato originariamente nella raccolta Twelve men – è un lungo ricordo del fratello Paul, famoso autore di canzoni della fine dell’Ottocento, primo editore dello scrittore americano (gli affidò il mensile della casa editrice), artista prolifico e generoso, che lavorò nel vaudeville e che introdusse lo scrittore americano nella Broadway dell’epoca. Ancora una volta, come in tutta l’opera di Dreiser, ecco la parabola del sogno americano, le ombre che succedono alla luce, e soprattutto le insidie del capitalismo. Uno scritto autobiografico che ci restituisce uno degli autori più influenti e meno celebrati del secolo scorso. Da questo racconto fu tratto, nel 1942, il film My gal Sal.
 
| Ah, Broadway! Broadway! E tu, mio buon fratello! Ecco il racconto che volevi che scrivessi, questa piccola testimonianza alla tua memoria, un pallido riassunto di tutto ciò che penso e sento. Dove sono le migliaia di storie per cui ho riso, la musica, le luci, le canzoni? | T.D.
 
TRADUZINE E POSTFAZIONE: Nicola Manuppelli

PAGINE: 84

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-232-6 Collana:

(1871-1945)Nato a Terre Haute nell’Indiana da una famiglia di origine tedesca in precarie condizioni economiche, dopo aver esordito nel giornalismo, si fece strada come scrittore pubblicando opere come Nostra Sorella Carrie, Il titano e soprattutto Una tragedia americana, che suscitarono grande scandalo nella società americana e che aprirono la strada alla letteratura successiva, da Sherwood Anderson fino a Philip Roth.