Jack London

Preparare un fuoco

9.00

Un destino profondamente diverso è riservato al protagonista delle due versioni successive di questo celebre e bellissimo racconto, qui riproposte l’una accanto all’altra e accompagnate da un saggio di George R. Adams. A otto anni dalla sua prima apparizione su Youth’s Companion nel 1902, Preparare un fuoco è pubblicato nella raccolta Lost Face del 1910. Nel frattempo, le modifiche apportate da London durante la revisione ne hanno sconvolto l’intreccio e complicato la morale.
Nel “bianco silenzio” di una Natura indifferente e nemica, si consuma la dura lotta per la sopravvivenza. E quando fa “un freddo dannato”, l’unica speranza di salvezza è preparare un fuoco.
 
| No, non poteva sbagliarsi: faceva un freddo dannato. Passeggiò avanti e indietro pestando i piedi e sbattendo le braccia sui fianchi, fino a quando il ritorno del calore corporeo non lo rassicurò. Solo allora estrasse i fiammiferi per fare un fuoco. | J.L.
 
TRADUZIONE E PREFAZIONE: Davide Sapienza

POSTFAZIONE: George R. Adams

PAGINE: 90

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-89397-65-7 Collana:

(1876-1916) Nel corso della sua turbolenta giovinezza, è pirata, hobo vagabondo, cacciatore di foche e cercatore d'oro. Da queste avventurose esperienze, lo scrittore trae materiale prezioso per i suoi romanzi, capolavori come Il richiamo della foresta, Zanna Bianca, Martin Eden, John Barleycorn, Burning Daylight, La crociera dello Snark. Tra il 1900 e il 1916 scrive più di cinquanta libri, centinaia di racconti e numerosi articoli. Considerato uno dei grandi classici della letteratura, London è letto e tradotto in tutto il mondo.