Rebecca West

Proprio stanotte

20.00

Inghilterra, primi del Nocevento: in un’epoca che sembra aprirsi con la promessa di un’eterna bellezza, Rose, Mary, Cordelia e Richard Quin muovono i primi passi nell’età adulta, guidati dall’eccentrica saggezza della madre. Rose e Mary lottano per raggiungere la perfezione artistica, Richard Quin insegue il sogno di Oxford e l’irrequieta Cordelia trova finalmente la sua strada nel matrimonio. Ma su quest’armonia dorata fatta di musica, parole e gesti delicati, si abbatte l’orrore della guerra, trascinando tutto nel buio di una notte senza fine.
Nel secondo atto della trilogia dedicata alla famiglia Aubrey, Rebecca West riapre il sipario su una serie di personaggi indimenticabili, muovendosi con grazia e ironia sulle note di uno struggente inno alla vita.

| La casa avanzava silenziosa nella notte; lui lasciò la sua mente libera di scivolare via, come sabbia in una clessidra; io smisi di pensare a noi come due esseri separati. Quando allungai la mano seguendo col dito la linea del suo viso delicato, era come se toccassi il mio. | R.W.

TRADUZIONE: Francesca Frigerio

PAGINE: 352

Esaurito

Inviami una notifica quando tornerà disponibile

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-054-4 Collana:

Rebecca West è lo pseudonimo di Cecily Isabel Fairfield (1892-1983), celebre scrittrice inglese considerata una delle più raffinate prosatrici del Ventesimo secolo. Nel corso della sua vita dai tratti romanzeschi, è attrice di teatro, femminista ante-litteram, socialista, suffragetta. Descritta dall'amica Virginia Woolf come "un incrocio tra una donna di servizio e una zingara, ma più tenace di un terrier" per il suo carattere indomabile e anticonformista, Rebecca West ha molti amanti; tra questi, H. G. Wells, con cui intreccia una turbolenta relazione durata dieci anni. Nel 1956, con The Fountain Overflows (La famiglia Aubrey, Mattioli 1885, 2008) inizia una saga famigliare che vorrebbe ripercorrere cent'anni di storia. L'ambizioso progetto rimane parzialmente incompiuto e solo tre dei quattro romanzi previsti sono stampati: This Real Night (Proprio stanotte, Mattioli 1885, 2009) esce postumo nel 1984 e Cousin Rosamund (Rosamund, Mattioli 1885, 2009) nel 1985, ricostruito dagli appunti autografi. Tra le opere di maggiore successo, si ricordano inoltre The Return of the Soldier (1918), The Thinking Reed (1936) e il monumentale diario di viaggio Black Lamb and Grey Falcon (1941).