Mark Twain

Storia del ragazzino cattivo

10.90

Twain si avvicina a ogni argomento con un sottile e disincantato umorismo. Lo fece sempre, contrastando le opinioni correnti e dibattendo, spesso pubblicamente, su una serie di questioni importanti, tanto che le sue opinioni, ancora oggi, si rivelano una sorta di bussola morale e intellettuale. Questa vocazione dissacrante e implacabile è presente in tutte le pagine qui pubblicate: bastino ad esempio i due imperdibili racconti consecutivi Storia del ragazzino cattivo (che dà il titolo al presente volumetto) e Storia del ragazzino buono o, ancora, il lungo Risposte ai lettori, che si chiude con un meraviglioso: «Se ora, caro lettore, lei fosse a portata del mio naso, le farei saltare le cervella». Amen.

 

| Dovreste fare tutto il possibile per rendere infelice la vostra fiamma di un tempo. Più la ragazza ha motivo di rimpiangere di non aver sposato proprio voi, meglio starete. È vero, non è una cosa molto poetica, ma è un rimedio potente e salubre. |M. T.

 

TRADUZIONE DI: Livio Crescenzi

PAGINE: 144

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-650-8 Collana:

Mark Twain è lo pseudonimo di Samuel Langhorne Clemens (1835-1910). Umorista, scrittore e conferenziere, Twain è considerato uno dei padri della narrativa americana. Tra i suoi numerosi capolavori, si ricordano Le avventure di Tom Sawyer (1876), Le avventure di Huckleberry Finn (1885), Un americano alla Corte di Re Artù (1889).