Ian Ferguson

Un villaggio di piccole case

16.00

Nel 1959, in fuga da certe spiacevoli complicazioni con la legge, i genitori di Ian Ferguson lasciano Edmonton, nella provincia canadese dell’Alberta, per dirigersi più a Nord. Dopo un viaggio di 526 miglia, finiscono per stabilirsi a Fort Vermilion, sperduta cittadina di frontiera, una delle più povere comunità del Paese.
Tra ricordi veri e romanzati, in un alternarsi di personaggi memorabili,  Ferguson racconta con ironia la sua infanzia nel Grande Nord, dove il Circolo Polare Artico sembra più vicino del resto del mondo.

| Ecco una parola che non conoscete: Wayheoh. Significa, letteralmente, tanto tempo lontano. Una parola indiana. Nella lingua dei Bush Cree. È una combinazione ben riuscita di molto tempo fa e in un posto lontano, ma ha un significato molto più profondo. […] È un’ottima parola. È il nostro punto di partenza. Un posto lontano, in un tempo lontano. | I.F.

TRADUZIONE: Sebastiano Pezzani

PAGINE: 208

ISBN: 978-88-89397-80-0 Collana:

Ian Ferguson è un acclamato commediografo e umorista canadese. Ha scritto numerosi testi per radio e televisione, e attualmente sta ideando una nuova sit-com. È co-autore, con suo fratello Will, del bestseller umoristico How to be a Canadian, vincitore del CBA Libris Award 2002. Nel 2004, con Un villaggio di piccole case, ha vinto la prestigiosa Stephen Leacock Memorial Medal for Humour, che ogni anno premia la migliore opera di letteratura umoristica canadese.