Andre Dubus

Voci dalla luna

15.00

“È colpa del divorzio, aveva detto il padre la sera prima. Queste furono le prime parole che Richie Stowe ricordò quella mattina d’estate quando si svegliò.” Così si apre questo struggente Voci dalla luna, ritratto di una famiglia divisa e unita da un intreccio di conflitti e profondi affetti. Un padre, una madre che andandosene ha scelto la solitudine, un figlio dodicenne al tempo stesso deciso a diventare prete e innamorato di una vicina di casa, una figlia comprensiva, e poi il figlio maggiore, attore e ballerino, e la moglie da cui si è da poco separato. Questi gli attori di un’opera piena di amore e di risentimento, di passioni e paure, di peccato e desiderio di redenzione.
Quello di Andre Dubus è lo sguardo attento e inconfondibile di un narratore che sonda e raggiunge il profondo dell’animo umano.

 

| Quando sono sola la notte – e mi piace esserlo – guardo fuori dalla finestra e capisco. Il nostro compito non è vivere grandi vite, il nostro compito è capire e portare avanti le vite che abbiamo. Vedo che sorridi ancora. E hai ancora gli occhi umidi. Asciugateli in fretta, prima che le mie amiche pensino che è successo qualcosa di brutto. | A.D.

 

TRADUZIONE: Nicola Manuppelli
PAGINE: 136

Condividi questo libro con gli amici

Email
ISBN: 978-88-6261-679-9 Collana:

Andre Dubus (1936-1999) - è uno dei più raffinati narratori americani del Ventesimo secolo. Amico e allievo di Richard Yates e Kurt Vonnegut, celebrato da Stephen King, John Irving, Elmore Leonard, John Updike, Dubus è stato anche saggista, biografo e sceneggiatore, aggiudicandosi svariati premi letterari. Da Non abitiamo più qui, edito da Mattioli 1885 nel 2009, è stato tratto il fortunato film di John Curran I giochi dei grandi, vincitore del Sundance film Festival. Voci dalla luna è uscito nel 2011. Nel 2012 è uscito Il padre d'inverno. Da Killings, primo racconto di quella raccolta, Todd Field ha tratto il pluripremiato film In the Bedroom. Ballando a notte fonda è l'ultima raccolta di racconti di Andre Dubus e la prima a seguire l'incidente che lo mise per sempre su una sedia a rotelle.